Notifiche: disabilitarle migliora la vita!

Ogni App che installiamo sul cellulare, che si tratti del meteo, delle ricette di cucina o del gioco degli scacchi, ci chiede disperatamente il permesso di inviare delle notifiche e noi, mossi a compassione, acconsentiamo; acconsentiamo sempre. Così il nostro cellulare squilla o vibra di continuo e qualsiasi cosa stiamo facendo non possiamo fare a meno di vedere di che si tratta. Interrompiamo il nostro lavoro, o più semplicemente il discorso che stavamo facendo con un amico, apriamo l’App e magari, se si tratta di una notifica social o di un messaggio, rispondiamo.

 

Quando ritorniamo al lavoro che avevamo interrotto, ormai la concentrazione è andata a farsi benedire e dobbiamo ricominciare daccapo con enormi perdite di tempo e di efficienza. In poche parole il nostro rendimento cala vertiginosamente e, come se non bastasse, arriviamo a fine giornata stanchi, nervosi e con quella spiacevole sensazione di non avere concluso un granché.

Per non parlare della pericolosità dell’essere distratti dalle notifiche mentre si è al volante: gli incidenti derivanti dall’utilizzo del cellulare mentre si sta guidando sono in costante aumento.

Ma davvero servono tutte queste notifiche?

Certamente no, almeno non per tutte le App che vorrebbero abilitarle. A meno che non si tratti di App di messaggistica, le notifiche spesso sono legate a funzioni accessorie e non attivandole l’applicazione, per quanto riguarda lo scopo principale per la quale è stata creata, funziona comunque. Inoltre, anche per quanto riguarda le App di messaggistica, settando a dovere le impostazioni si riesce a evitare di essere disturbati continuamente. In WhatsApp, per esempio, è possibile silenziare i gruppi e le persone che veicolano informazioni che per noi sono di secondaria importanza. Per farlo è sufficiente cliccare sul nome della persona o del gruppo per accedere alle informazioni da qui scegliere “silenzia”. Lo stesso si può fare anche per Messanger, la voce da selezionare è “disattiva le notifiche della conversazione”.

Per quanto riguarda gli iPhone la gestione delle notifiche è molto efficiente, specialmente con l’ultima versione del sistema operativo, iOS 11. Possiamo scegliere sia se e quando farle recapitare, sia quali App possono inviarcele e con che impatto. Vediamo quali sono gli strumenti che abbiamo a disposizione.

Il nuovo centro di controllo di iOS 11 ci offre due sistemi immediatamente efficaci per decidere quando ricevere le notifiche. Il primo consiste nello scegliere l’iconcina della mezzaluna, così facendo il telefono entrerà in modalità non disturbare ed eviterà di mostrarci le notifiche quando il telefono è bloccato.

Le notifiche ci verranno mostrate quando sbloccheremo il telefono. In caso sia in arrivò una telefonata, il telefono squillerà solo se a chiamare è una persona il cui contatto è tra i preferiti. Se chi ci sta cercando richiama una seconda volta dopo meno di tre minuti, questa volta il telefono squillerà. I comportamenti descritti sono comunque configurabili andando su

Impostazioni->Non disturbare

La seconda facilitazione che ci viene dal nuovo centro di controllo di iOS 11 è “non disturbare alla guida.”

Se attivata, questa utilissima funzionalità fa in modo da evitare qualunque disturbo mentre siete alla guida. L’iPhone capisce che state guidando utilizzando algoritmi che sfruttano le informazioni che giungono dai sensori di movimento e posizione o perché è collegato al sistema vivace dell’auto e farà in modo di farvi ricevere le notifiche solo quando siete giunti a destinazione.

Naturalmente anche questa funzionalità è configurabile andando su

Impostazioni -> Non disturbare-> Non disturbare alla guida-> Attiva.

Da impostazioni-> Notifiche , infine, è possibile stabilire quali App possono inviare notifiche e con quale tipo di impatto visivo e sonoro.

Coraggio, che aspettate? Riprendetevi la vostra vita!

______________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, metti mi piace alla nostra pagina Facebook per ricevere gli aggiornamenti, e se devi acquistare qualcosa su Amazon parti da uno dei tanti banner che trovi su questo blog. Non ti costerà nemmeno un centesimo in più ma ci darai un grosso aiuto a scrivere sempre più articoli come questo.

______________________________________

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: