20 Aprile 2024

Cavi USB-C: guida alla scelta del cavo più adatto alle tue necessità

Info

Se l’iPhone 5 ha segnato una svolta per il passaggio, avvenuto undici anni fa, dal cavo a 30 pin al cavo Lightning, l’iPhone 15 verrà sicuramente ricordato per l’adozione del cavo USB-C.
Si tratta di un cambiamento epocale che apre la strada alla compatibilità con tutta una serie di dispositivi di cui potrà giovare soprattutto la serie Pro, ma non solo.
Sono tanti i cavi USB-C in commercio caratterizzati da prezzi e caratteristiche molto differenti. La Apple sull’Apple Store e sullo Store ufficiale Apple su Amazon vende un cavo USB-C denominato “Cavo Thunderbolt Pro” a 79 euro se lungo 1 metro, 149 euro se lungo 1,8 metri e 169 euro se lungo 3 metri.
Si tratta di un cavo che, a fronte di un prezzo molto alto, offre l’accesso completo a tutte le potenzialità offerte dai protocolli Thunderbolt 4 e USB 4, ma non è detto che tutti abbiano bisogno di queste caratteristiche o che un cavo più economico ma di qualità non sia adatto alle nostre esigenze.
Col seguito di questo articolo analizzeremo nel dettaglio le caratteristiche di questo cavo e di altri cavi USB-C, vedremo quali alternative offre il mercato e cercheremo di capire qual è il cavo più adatto alle nostre necessità ed alle nostre tasche.

La scelta del cavo giusto

Il prezzo dei cavi USB-C dipende sostanzialmente dall’uso a cui sono destinati. Se devi ricaricare il telefono e non usi mai la funzione di trasferimento dati via cavo potrai scegliere un cavo economico; se, invece, il tuo scopo è caricare un laptop dovrai spendere un po’ di più perché il cavo dovrà sopportare una corrente di ricarica maggiore, ergo dovrà avere cavi più spessi e meglio separati. Se hai bisogno di scambiare molti dati con un’unità SSD o trasmettere video avrai bisogno di un cavo adatto alle alte velocità.
Sono molti i cavi USB-c adatti per la maggior parte o tutti questi utilizzi, ma solo i cavi più costosi si prestano a tutti gli utilizzi ugualmente bene.
Se, ad esempio, hai bisogno di un cavo di ricarica per laptop in grado di gestire 100 W, puoi acquistarne uno di buona marca per circa 20€ ma la larghezza di banda sarà quella della USB 2.0: 480 Mbit/s.

Dovendo scambiare dati con un’unità flash capace di trasferire dati a 10 Gb/s, non ti accontenterai di 480 Mb/s, ma cercherai un cavo più adatto al trasferimento dei dati con una potenza nominale di 10 Gb/ o più.  Probabilmente ti costerà gli stessi 20€ e sarà adatto per i trasferimenti ad alta velocità; ma al massimo potrà caricare il tuo cellulare, non il tuo laptop.

Quello che è importante è che il cavo utilizzato sia certificato per l’utilizzo per il quale lo state acquistando ed abbia caratteristiche costruttive tali da non essere pericoloso o da lasciarvi “a piedi” quando ne avete bisogno .

Nei prossimi paragrafi confronteremo le prestazioni del cavo USB-C Thunderbolt 4 con quelle del cavo cavo USB-C Amazon Basics attingendo ad uno studio molto accurato svolto da Lumafied, una società che fornisce consulenze essenziali in fase di progettazione e di test  basandosi su scansioni ai raggi X ad alta risoluzione effettuate sulla struttura interna dei prototipi e dei prodotti messi in commercio. L’obbiettivo è cercare di capire perché i cavi USB-C Apple costano così tanto e se davvero vale la pena di acquistarli.

Il cavo USB-C Thunderbolt 4 di Apple

Il cavo Apple Thunderbolt 4 (USB-C) Pro è un cavo versatile che soddisfa un ampio spettro di esigenze di trasferimento dati e ricarica. È disponibile nelle misure di di 100, 180 e 300 cm. I prezzi esorbitanti, leggermente minori su Amazon, vanno da 79 a 169 euro. Supporta il trasferimento dati Thunderbolt 3, Thunderbolt 4 e USB 4 con velocità fino a un 40 Gb/s. È inoltre dotato di uscita video DisplayPort (HBR3) e può caricare i dispositivi fornendo fino a 100 W, superando facilmente la maggior parte dei requisiti di dati e alimentazione. Vediamo cosa rende possibile tutto questo.

La scansione 3D di Lumafield rivela un connettore con involucro di plastica dura sotto il quale c’è una schermatura metallica in acciaio inossidabile incollata al guscio del connettore. All’uscita dal connettore, intorno al cavo, troviamo un collettore di forma vagamente ottagonale che protegge il cavo dalle rotture che si formano sempre in corrispondenza delle estremità dei cavi.

Connettore USB-C Apple
Il connettore USB-C Apple visto ai raggi X

Il cavo apple è formato da 24 connessioni indipendenti per il trasporto di energia e dati tutte collegate ad un circuito stampato (PCBA) a 9 strati tra loro interconnessi.

Particolare del PCBA a 9 strati

La precisione della costruzione è altissima. nella figura sottostante racchiuse da un ovale potete notare   due tracce accoppiate del PCBA: quella più esterna contiene un tratto ondulato per fare in modo che la sua lunghezza sia uguale a a quella della traccia interna così da non creare problemi nella trasmissione dei dati ad alta velocità.

Tracce accoppiate nel cavo Thunderbolt di Apple
Particolare di due tracce accoppiate nel PCBA del cavo Thunderbolt di Apple.

Il cavo Thunderbolt di Apple contiene tre tipi distinti di cavi, corrispondenti alle diverse capacità di ricarica e trasferimento dati. I conduttori schermati, disposi in maniera coassiale nel cavo, sono linee dati ad alta velocità. La maggior parte dei fili non schermati trasmette energia, ma due di essi sono fili dati che supportano la funzionalità USB 2.0 legacy a 480 Mb/s. I fili e  le loro schermature  sono messi a terra  separatamente sul PCBA.

I diversi tipi di collegamenti nel cavo USB-C Thunderbolt 4 di Apple
I diversi tipi di collegamenti nel cavo USB-C Thunderbolt 4 di Apple

Nel complesso, il cavo Apple Thunderbolt 4 (USB‑C) si conferma essere  uno straordinario pezzo di ingegneria di precisione che, proprio per questo, è adatto ad ogni utilizzo professionale.

Il Cavo USB-C Amazon Basics

A meno di 1/10 del prezzo del cavo Apple, il cavo di ricarica rapida USB-C Amazon Basics  offre una ricarica fino a 60 W e la velocità di trasferimento dati fino a 480 Mbps dello standard USB 2.0.

Il cavo USB-C di Amazon ai raggi X
Il cavo USB-C di Amazon ai raggi X

La scansione 3D di Lumafield dimostra  che, come il connettore Thunderbolt di Apple, il connettore Amazon Basics ha uno strato metallico sotto il suo involucro di plastica che serve per la schermatura. Lo strato di metallico finisce in due sorta di alette che ripiegate forniscono la protezione alle estremità del cavo che, come abbiamo già detto è un punto molto delicato.

12 pin con quattro paia di collegamenti saldati ti sul PCBA Amazon Basics
12 pin con quattro paia di collegamenti saldati ti sul PCBA Amazon Basics

Il connettore dispone di soli  solo 12 pin, la metà di quelli del Thunderbolt di Apple, e quattro coppie di questi non vengono collegati al PCBA, un modo semplice e conveniente per garantire funzionalità di base per la ricarica e il trasferimento dei dati a bassa velocità che non necessita delle linee di collegamento aggiuntive. La parte metallica del connettore  è messa  a terra ed è saldata ai pin terminali del connettore.

Conclusioni

Il cavo Apple Thunderbolt 4 (USB-C) Pro ha una livello costruttivo e delle caratteristiche prestazionali che lo collocano al di fuori di ogni competizione; molto probabilmente si tratta del miglior cavo in commercio. Ciò non toglie che per essere utilizzato come semplice cavo di ricarica veloce che solo occasionalmente viene utilizzato per il trasferimento dati, il cavo USB-C Amazon Basics sia una buona soluzione a basso prezzo che con i suoi 60 Watt supportati  non mette assolutamente in pericolo l’integrità del device in ricarica.

Applephilosophy

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *