Apple Watch: scegliere la cover migliore

Intro

Le custodie per l’Apple Watch ci permettono di salvaguardare il nostro investimento anche dopo la scadenza dell’Apple care. L’orologio della casa di Cupertino, infatti, è studiato dal punto di vista della strategia di prodotto per durare molto a lungo, specialmente se si parla delle versioni più esclusive: vederlo rovinato anzitempo per una stupida distrazione sarebbe un peccato.

Le custodie, però, hanno una serie di inconvenienti che fanno desistere in molti dal loro uso, anche se bisogna dire che spesso gli integralisti dell’Apple Watch nudo sono gli stessi che nei gruppi di appassionati del marchio chiedono in che negozio di cinesi fare sostituire il display scheggiato o che si disperano per i graffi e le ammaccature che compromettono irrimediabilmente l’estetica del loro gioiellino.

Come deve essere una cover per l’Apple Watch

Una custodia deve essere poco invasiva dal punto di vista estetico, non deve compromettere la funzionalità del sensibilissimo touch screen pur proteggendolo a dovere e deve essere resistente lasciando scoperte solo le parti che non possono essere protette, come la zona dei sensori a contatto con il polso.

Ho sempre cercato una cover per l’Apple Watch che non fosse rigida: i materiali duri trasmettono gli urti senza ammortizzarli al device ed alla fine le custodie rigide funzionano bene al massimo come para graffi. Le custodie fatte di un blocco unico di materiale trasparente e gommoso a base siliconiche sono ottime per gli urti, ma la parte a contatto dello schermo limita molto la sensibilità del touch screen.

L’ideale sarebbe una custodia gommosa, per proteggere la cassa, con incorporato un vetro temperato a protezione dello schermo.

La soluzione

La buona notizia è che, per una volta, l’ideale è a portata di mano. (Clicca per andare al prodotto)

Su Amazon ho trovato un prodotto che aspettavo da tempo e che, come vedete dalla foto, può dire la sua anche in fatto di estetica.

La parte a contatto con la cassa è fatta in TPU, un materiale termoplastico elastico con una elevata resistenza alle abrasioni e alle sostanze chimiche ed in grado di ammortizzatore urti e cadute. Lo schermo è protetto da una pellicola in vetro temperato incorporata perfettamente nel case. Il pulsante di accensione è ricoperto da una finitura rossa intercambiabile con altri colori.

Va detto che, col tempo, la parte in TPU potrebbe ingiallire ma va anche detto che il costo esiguo della custodia ci consente di cambiarla ogni tanto. Se si vuole tagliare la testa al toro si può acquistare la versione nera, anche se meno bella dal punto di vista estetico.

Il contenuto della confezione

Nella confezione, oltre ad un panno, all’immancabile salvietta umidificata con alcol isoporopilico per la pulizia pre istallazione, proviamo i copri pulsante di ricambio in quattro diversi colori.