• Sab. Giu 25th, 2022

Apple Philosophy

Capire è la maniera più potente di possedere.

Come capire se qualcuno ti sta spiando con un AirTag Apple

Gen 9, 2022

INTRO

Gli AirTag di Apple sono dispositivi utilissimi per aiutarci a non perdere i nostri oggetti. Chiavi, portafogli, borse e persino animali domestici possono essere essere facilmente rintracciati utilizzando i dispositivi Apple in nostro possesso attraverso l’arcinota app Dov’è o il sito web di iCloud. Il problema sorge se qualcuno prova a tracciare i nostri spostamenti utilizzando questi piccoli e relativamente economici dispositivi.

Noi di ApplePhilosophy siamo determinati nel fare tutto quanto in nostro potere per contrastare certi comportamenti lesivi della libertà personale e che integrano la condotta prevista dal reato di stalking.

Le informazioni ed i consigli che vi daremo di seguito saranno espressi nella maniera più semplice possibile, in caso di dubbi o domande non esitate a contattarci sui social, dove veicoleremo questo articolo, o direttamente utilizzando i commenti o il modulo di contatto.

Se conoscete già l’AirTag e volete sapere cosa fare in caso di ritrovamento di questo dispositivo saltate subito al paragrafo “Cosa fare se trovate un AirTag che non vi appartiene” in fondo al post.

Prima di passare alle informazioni sentiamo il bisogno di ringraziare gli amministratori dei gruppi Facebook che ci consentono di divulgare i nostri post e questo in particolare che potrebbe essere utile nell’aiutare le vittime di reati contro la persona tanto odiosi.

Cos’è Apple AirTag

AirTag è un dischetto di metallo con all’interno i circuiti necessari al suo rilevamento e all’associazione del dispositivo all’ID Apple del proprietario, un altoparlante in grado di emettere suoni ed una batteria al litio che alimenta il tutto. Dopo averlo associato all’ID Apple del proprietario, l’AirTag va agganciato all’oggetto che si vuole tenere d’occhio attraverso appositi portachiavi o inserito in tasche, portafogli, zaini, custodie, borsette e quant’altro. Per rilevare la posizione dell’AirTag e quindi dell’oggetto si deve utilizzare l’App Dov’è che ci segnala dove abbiamo dimenticato l’oggetto e se il nostro iPhone è un modello uguale o successivo all’11, grazie alla tecnologia Ultra Wideband, verranno indicate con precisione la direzione da seguire e la distanza esatta.

Come Funziona

AirTag invia un segnale Bluetooth cifrato che può essere rilevato dai dispositivi che possono collegarsi alla rete Dov’è a lui più vicini; una rete sparsa in tutto il mondo di cui fanno parte centinaia di milioni di dispositivi.

Questi dispositivi inviano la posizione dell’AirTag ad iCloud: quando si apre l’app Dov’è, questa lo mostrerà sulla mappa. Tutta l’operazione avviene in forma anonima e criptata per tutelare la privacy. Il dispositivo consuma pochissima energia – la batteria dura più di un anno – e trasmette pochissimi dati.

Un dispositivo che può essere pericoloso

Ora capite bene che se una persona nasconde un AirTag in un vostro effetto personale o sulla vostra macchina il suo proprietario può rintracciarvi con una precisione altissima in qualsiasi momento.

Fortunatamente Apple aiuta le persone a non essere tracciate. Se il vostro iPhone è equipaggiato con iOS 14.5 o superiore, un messaggio vi avviserà se un AirTag che non è associato al vostro Apple ID si muove con voi.

E se nonostante questo non siete riusciti a trovarlo o se non avete un iPhone recente  o avete un Android, dopo qualche tempo inizierà a suonare proprio per farsi trovare.

Chi usa un dispositivo Android, comunque, può scaricare l’app Tracker Detect dal Google Play Store. Tracker Detect cerca eventuali tracker di oggetti separati dai rispettivi proprietari che si trovano nel raggio di azione del Bluetooth e che sono compatibili con la rete Dov’è di Apple. Se ritenete che una persona stia usando un AirTag o un altro tracker per monitorare la vostra posizione, è possibile eseguire una scansione per cercare di trovarlo. Se l’app rileva un AirTag o un tracker compatibile nelle vicinanze per almeno 10 minuti, potete farlo suonare per individuarlo. Vai su Google Play per scaricare l’app Tracker Detect.

Cosa fare se trovate un AirTag che non vi appartiene.

Se trovate un AirTag dopo averlo sentito emettere un suono o dopo averlo rintracciato con l’App, è possibile utilizzare qualsiasi dispositivo con NFC, come un iPhone o un telefono Android, per capire chi è il proprietario. Per farlo tenete la parte superiore dell’iPhone o dello smartphone compatibile con NFC vicina al lato bianco dell’AirTag finché non appare una notifica.

Toccando la notifica si aprirà un sito web dal quale ricavare il numero di serie ed un messaggio con il numero di telefono, un email o ogni altra informazione utile a rintracciare il proprietario dell’AirTag e dell’oggetto di cui l’AirTag avrebbe dovuto evitare la perdita.

Se il sito a cui si è rimandati non riporta le informazioni che riconducono al proprietario, se queste sono false, soprattutto se l’AirTag è stato trovato nascosto tra le vostre cose, significa che molto probabilmente era stato utilizzato per controllarvi.

Evitate di affrontare la persona di cui sospettate e disattivate l’aAirTag rimuovendo la batteria seguendo queste istruzioni:

• Ruotate il vostro dispositivo rivolgendo a voi il logo Apple

• Con entrambi i pollici effettuate una piccola pressione e ruotate la placca con il logo Apple in senso antiorario

• Sollevate il coperchio e rimuovete la batteria.

Recatevi subito presso un ufficio di Polizia per denunciare l’accaduto. Le forze dell’ordine, collaborando con Apple, potranno fare piena luce luce sull’accaduto.

ApplePhilosophy vi invita a diffondere queste informazioni condividendo questo post.

 

Rispondi