Apple MagSafe Battery Pack: la recensione di ApplePhilosophy

Introduzione

Dietro ad ogni prodotto Apple messo in commercio, ci sono anni di studio ed una una precisa filosofia di utilizzo. Non è, come credono in molti, solo marketing. Si tratta di creare oggetti che facciano meglio di tutti gli altri quelli per cui sono stati progettati e poco o niente di più. Devono essere prodotti durevoli nel tempo, semplici da utilizzare e belli, molto belli. Molti sostengono che la ricercatezza del design deve passare in secondo piano rispetto alla funzionalità: per Apple non è mai stato così. Un prodotto Apple viene immesso sul mercato se e quando funziona bene ed il suo design lo rende semplice e piacevole da utilizzarsi.

A questo bisogna pensare quando si valuta un prodotto Apple, e l’Apple MagSafe Battery Pack non fa eccezione.

Il caricatore wireless da poco immesso sul mercato dalla casa di Cupertino ha un unico obiettivo: consentire alle persone che non hanno la possibilità di ricaricare durante la giornata il proprio iPhone e che lavorano molto col telefono di arrivare a sera.

Per farlo, Apple ha creato un prodotto leggero, di dimensioni molto ridotte, senza pulsanti e interruttori, che ricarica il telefono senza bisogno di utilizzare cavi.

La ricarica sarà parziale ma comunque più che sufficiente a cogliere l’obiettivo, che, lo ribadiamo, non è quello di far leggere a qualche ragazzino ottenebrato dall’ansia da prestazione il fatidico 100% sotto il simbolo della batteria, ma permettere al professionista di rimanere connesso durante le giornate lavorative trascorse fuori dall’ufficio.

La capacità di carica

La capacità della batteria è di 1460 mAh a 7.62V, moltiplicando tra loro questi due valori si ottiene il dato utile per effettuare eventuali confronti: 11.13 Wh. (Watt ora)

La ricarica avviene in maniera lenta, con una potenza di circa 5 watt, così da evitare surriscaldamenti dannosi per le batterie dell’iPhone e dello stesso caricatore.

Il MagSafe Battery Pack permette di aumentare la carica della batteria in maniera inversamente proporzionale alla capacità della batteria del dispositivo che si andrà a caricare. Partendo dal 10%:

  • un iPhone 12 Mini arrivera all’ 80%;
  • un iPhone 12 o 12 Pro arriverà al 65%;
  • un iPhone 12 Pro Max arriverà al 45%.

Questi dati vanno valutati tenendo presente la capacità della batteria interna degli iPhone che, soprattutto nei modelli più grandi, è comunque ragguardevole.

Partendo da valori di carica più elevati, la ricarica si fermerà comunque al 90% per tutelare al massimo la batteria dell’iPhone. Se si vuole andare oltre per arrivare al 100% bisognerà aprire il Centro diControllo, tenere premuta l’icona della modalità “Risparmio energetico” , quindi toccare Continua. Una pratica, questa, sconsigliata perché stressa molto la batteria dell’iPhone.

Funzionalità

Per fare partire il processo di ricarica sarà sufficiente avvicinare il MagSafe Battery Pack al retro dell’iPhone,  la ricarica partirà automaticamente e si interromperà non appena il caricabatterie verrà staccato. Un’animazione confermerà che l’operazione di ricarica ha avuto inizio.

Lo stato di carica del caricabatterie wireless può essere visto attraverso i widget insieme allo stato di carica degli altri accessori.

Quando si collega il MagSafe battery Pack alla presa con il caricabatterie rapido  e si lascia collegato il telefono, il caricabatterie diventa un caricatore wireless MagSafe che carica prima l’iPhone e poi sé stesso con 15 watt. In pratica, l’acquisto del MagSafe Battery Pack rende inutile l’acquisto dell’alimentatore MagSafe. In questa modalità è consigliabile non utilizzare l’iPhone per evitare surriscaldamenti durante la ricarica wireless.

Va detto che, grazie alla funzionalità di ricarica inversa introdotta con iOS 14.7, se si connette il cavo Lighting del caricabatterie all’iPhone, sarà quest’ultimo a caricare il MagSafe Battery Pack.

Tutto il processo di ricarica è gestito ed ottimizzato attraverso il continuo scambio di dati tra il caricabatterie e l’iPhone e grazie alla perfetta integrazione tra i due componenti; lo scopo è quello di evitare surriscaldamenti e sprechi di energia.

Il MagSafe Battery Pack, inoltre, può essere utilizzato per ricaricare il case delle AirPods che permettono la ricarica wireless.

Il MagSafe Battery Pack si attacca con precisione e forza al device che dovrà caricare, non si staccherà nemmeno quando lo si infilerà insieme all’iPhone alla tasca posteriore dei pantaloni.

Nel caso vogliate usare il MagSafe Battery Pack con una custodia, dovete necessariamente usare una custodia MagSafe.

Uno sguardo alla concorrenza

L’unica alternativa al MagSafe Battery pack è costituita dall’Anker A1619 un power Bank wireless decisamente più economico progettato specificamente per l’uso con iPhone 12, iPhone 12 mini, iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max.

Si tratta di una batteria leggermente più grande come dimensioni dalla capacità di ben 5000 mAh a 3,6V per una capacità di 18 Wh sufficienti di fornire 1,2 ricariche per iPhone 12 mini, 0,95 per iPhone 12, 0,97 per iPhone 12 Pro o 0,75 per iPhone 12 Pro Max. La ricarica, anche in questo caso, avverrà con 5 watt di potenza. Non è assolutamente integrato nel sistema operativo, quindi la ricarica non potrà essere regolata in funzione del calore sviluppato o di altri fattori. Anche controllare il livello di carica residua sarà meno immediato non essendoci la possibilità di usare i widget come avviene invece per il MagSafe Battery Pack di Apple

Il connettore di ricarica USB-C permette di ricaricare la batteria dell’Anker, ma, a differenza del MagSafe, permette anche di ricaricare altri dispositivi via filo come un power Bank tradizionale, cosa che costituisce un vantaggio non da poco.

Conclusioni

La cura dedicata da Apple alla gestione della carica e all’integrazione con il sistema operativo dell’iPhone rende questo accessorio inarrivabile dalla concorrenza. Il MagSafe Battery Pack vi aiuterà ad arrivare a sera senza problemi dandovi quelle ore di autonomia in più che spesso mancano e lo farà nella maniera migliore, salvaguardando l’integrità della batteria. Se vi trovate a dovere fare spesso i conti con la probabilità che l’iPhone vi lasci a piedi, non potrete trovare di meglio: l’Apple MagSafe Battery Pack è quello che fa per voi. Se la vostra è una necessità più sporadica, potete considerare anche il caricatore Anker che va visto più come un ausilio nelle situazioni di emergenza.

SUPPORTA Apple Philosophy a costo zero

Oggi ti abbiamo informato su un accessorio molto utile con onestà, verificando le informazioni con molta cura.  Fare questo lavoro richiede tempo, una competenza che va continuamente aggiornata  e passione. Non scriviamo su ApplePhilosophy per denaro, ma ci farebbe piacere se tu ci volessi supportare  senza spendere un centesimo.

Se stai per fare un acquisto su Amazon e desideri supportare Applephilosophy, clicca sul banner qui sotto o compra attraverso i nostri link. Per ogni acquisto che farai Amazon ci riconoscerà una piccolissima percentuale per il semplice fatto che per fare l’acquisto sei partito da ApplePhilosophy. Ovviamente NON spenderai un centesimo di più di quanto avresti speso per gli stessi acquisti andando direttamente su Amazon.