Tastiera a Farfalla Apple: sostituzione veloce

Come vi abbiamo accennato in un articolo precedente, per  uno dei nostri MacBook si è resa necessaria l’attivazione della procedura di sostituzione della tastiera prevista da uno specifico programma di richiamo dalla Apple. Come molti di voi sapranno, infatti, i MacBook di qualsiasi categoria prodotti dalla fine del 2015 fino a tutto il 2019 sono affetti da un problema alla tastiera che ne rende, nei casi più sfortunati, quasi impossibile l’utilizzo. Il problema è balzato agli onori delle cronache quando Joanna Stern,  giornalista che scrive di  tecnologia per il Wall Street Journal, ha scritto un articolo esilarante raccontando la sua esperienza personale con un MacBook Air, la cui tastiera ha smesso di funzionare. Già il titolo dell’articolo segnala chiaramente il problema: “Appl non ha ancoa isolto il poblma dlla tastia di MacBook”. L’articolo può essere letto senza “E” ed “R”, corrispondenti ai tasti che hanno smesso di funzionare sulla tastiera di Stern, oppure facendo comparire i caratteri mancanti, cosa  che contribuito a farlo condividere moltissime volte.

La nostra esperienza con il servizio di riparazione predisposto da Apple è stata molto soddisfacente.

Il giorno dopo avere chiamato Apple al numero verde 800 915 904 per aprire la pratica, ci è stata recapitata una scatola vuota nella quale inserire il portatile per la spedizione. La scatola, perfettamente studiata per evitare danni al prezioso contenuto, conteneva un’etichetta di ritorno, una busta di morbido materiale plastico dove inserire il MacBook e chiare istruzioni per l’imballaggio.

Il MacBook è stato inviato a Ostrava, nella municipalità di Hrabova, in Repubblica Ceca, dove ha sede uno stabilimento della Pegatron, che ha in carico il programma di riparazione.

Il pacco è stato consegnato all’UPS di Genova alle 16.40 di venerdì 25 giugno. Ha raggiunto la Pegatron alle 8.59 di martedì 29 giugno. Il MacBook è stato ispezionato a partire dalle 10.46.

Alle 16.48, terminata la riparazione, il Mac è stato consegnato a DHL per la restituzione ed è stato riconsegnato presso i nostri uffici alle 13.20 del 30 giugno: tempi brevissimi se si considera la distanza del centro di riparazione ed il weekend di mezzo.

Aperto il pacco ci siamo trovati di fronte ad una macchina in cui era stato sostituita la tastiera insieme all’intero case inferiore, tranne il coperchio, la Touch Bar ed la batteria.

La batteria, testata, dava uno stato di salute del 102% e un conteggio di cicli pari ad uno.

I portatili coperti per quattro anni dalla data dell’acquisto sono i seguenti:

  • MacBook (Retina, 12 pollici, inizio 2015)
  • MacBook (Retina, 12 pollici, inizio 2016)
  • MacBook (Retina, 12 pollici, 2017)
  • MacBook Air (Retina, 13 pollici, 2018)
  • MacBook Air (Retina, 13 pollici, 2019)
  • MacBook Pro (13 pollici, 2016, due porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (13 pollici, 2017, due porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (13 pollici, 2019, due porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (13 pollici, 2016, quattro porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (13 pollici, 2017, quattro porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (15 pollici, 2016)
  • MacBook Pro (15 pollici, 2017)
  • MacBook Pro (13 pollici, 2018, quattro porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (15 pollici, 2018)
  • MacBook Pro (13 pollici, 2019, quattro porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (15 pollici, 2019)

SUPPORTA Apple Philosophy a costo zero

 Ti sarai reso conto di quanto siano particolari gli articoli pubblicati su ApplePhilosophy. Sono il frutto di un lavoro serio di approfondimento che richiede tempo, impegno e passione. Se stai per fare un acquisto su Amazon e desideri supportare Applephilosophy, clicca sul banner qui sotto. Per ogni acquisto il blog riceverà una piccolissima percentuale. Ovviamente NON spenderai un centesimo di più di quanto avresti speso per gli stessi acquisti andando direttamente su Amazon.