IPhone X e la tacca della discordia

12 settembre 2017, Phil Schiller presenta il nuovo iPhone X. Steve Jobs Theatre, Cupertino.

In rete si trovano da mesi indiscrezioni e commenti su iPhone X, uno smartphone destinato a stravolgere l’esperienza degli utenti, come era successo dieci anni fa per il primo iPhone, e a scombinare i piani dei concorrenti, costretti nuovamente ad inseguire. Ancora una volta si è confermata una regola aurea per i prodotti Apple: più il prodotto è attaccato prima della sua uscita, maggiori saranno le sue vendite una volta uscito sul mercato; ed infatti, il 3 novembre, giorno dell’uscita del nuovo iPhone, fuori dagli Apple Store c’erano code come non se ne vedevano da tempo.

Le critiche dei detrattori si sono concentrate su una particolarità dello schermo, la cosiddetta “notch”, una piccola area a forma trapezoidale collocata all’estremità superiore, destinata a contenere la fotocamera frontale ed i sensori per il riconoscimento facciale.

Apple, invece di fare partire lo schermo più in basso, conservandone la forma perfettamente rettangolare, ha deciso di ottimizzarne lo spazio posizionando nelle due “orecchie” ai lati della notch l’orologio e l’indicatore della localizzazione a sinistra, e gli indicatori di connettività e della batteria a destra.

Nel piccolo spazio trapezoidale ricavato al centro è stato sistemato un concentrato di alta tecnologia. Qui, oltre alla capsula auricolare, al microfono, alla telecamera frontale ed al sensore di prossimità, trovano posto i tre sensori necessari per il riconoscimento facciale in tre dimensioni:

* L’illuminatore ad infrarossi, utile ad illuminare il volto con qualunque condizione di luce;

* Il proiettore laser di punti, per la scansione del volto in 3D;

* La telecamera ad infrarossi, per la rilevazione dei punti.

Senza l’escamotage della notch, nella porzione di schermo immediatamente sottostante la striscia dei sensori, avrebbero dovuto trovare posto l’orologio e gli indicatori essenziali rubando spazio prezioso al magnifico display. Dalle due “orecchie”, inoltre, partono gli swipe necessari a fare visualizzare il centro notifiche, swipe a sinistra, ed il nuovo pannello di controllo, swipe a destra.

Qualcuno trova questa soluzione poco gradevole dal punto di vista estetico, noi siamo tra quelli che, invece, trovano il design del nuovo iPhone X molto azzeccato.
L’estetica quando considerata come un valore fine a se stesso sconfina presto nella pacchianeria e nel cattivo gusto; al contrario, ha ragione di essere quando è associata ad un incremento di funzionalità, quando é asservita ad uno scopo ben preciso.
Ma questa, appunto, è la filosofia Apple; non è da tutti capirla e apprezzarla.

Detto questo, considerato che i prezzi del nuovo gingillo Apple sono alle stelle, che l’iPhone 8 appena uscito è uno smartphone eccezionale per potenza, qualità dei materiali ed affidabilità e sta vedendo il suo prezzo abbassarsi e considerato che le stesse considerazioni valgono anche per l’iPhone 7, perché non fare un acquisto più oculato?

______________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, metti mi piace alla nostra pagina Facebook per ricevere gli aggiornamenti, e se devi acquistare qualcosa su Amazon parti da uno dei tanti banner che trovi su questo blog. Non ti costerà nemmeno un centesimo in più ma ci darai un grosso aiuto a scrivere sempre più articoli come questo.

______________________________________